BIO

MARIA MONTALTO, CLASSE 1973, E' NATA AD OFFENBACH, GERMANIA, DOVE E' VISSUTA FINO AL 1977, ANNO IN CUI SI TRASFERISCE DEFINITIVAMENTE A PALERMO. FIN DALLA PIU' TENERA ETA' MOSTRA INTERESSE PER L'ARTE, E PER IL DISEGNO IN PARTICOLARE, E NEL 1991 CONCLUDE CON SUCCESSO IL SUO CAMMINO DI STUDI DIPLOMANDOSI AL LICEO ARTISTICO DI PALERMO. NELLO STESSO ANNO SCRIVE IL SUO PRIMO ROMANZO DAL TITOLO " VICOLO CIECO". NEL 1998 SI CIMENTA NEL SUO SECONDO RACCONTO "IL BASTARDO", E L'ANNO SEGUENTE E' LA VOLTA DELLA PRIMA BOZZA DI "FALSO BERSAGLIO". A CAUSA DEGLI SCARSI MEZZI A DISPOSIZIONE DI QUEGLI ANNI, MARIA NON PROVA NEMMENO A FARE GIRARE E PUBBLICARE I SUOI 3 ROMANZI, MA DECIDE DI TRASFORMARLI IN SCENEGGIATURE PARECCHI ANNI DOPO, GRAZIE A "CINEMATIK (IL FANTACINEMA)", INTERESSANTE COMUNITA' VIRTUALE DOVE OGNI ISCRITTO SI DILETTA A CREARE VERI E PROPRI CAPOLAVORI, CON TANTO DI ATTORI E REGISTI FAMOSI. UN OCCASIONE, INSOMMA, PER TIRARE FUORI L'ARTISTA CHE SI NASCONDE IN OGNIUNO DI NOI, ANCHE SE PER GIOCO. NON E' PER GIOCO, PERO', CHE MARIA INIZIA A PENSARE DI TRASFORMARE TUTTI QUEI SOGNI IN REALTA', E NEL 2007 ENTRA IN CONTATTO COL GIOVANE REGISTA FABRIZIO VIECELI, CHE SI INNAMORA DI "SEGRETO PROFESSIONALE", LO RIVEDE, LO CORREGGE ED ECCO CHE NEL 2008 INIZIANO LE RIPRESE.

NEL 2010 UN ALTRO FORTUITO ED IMPORTANTISSIMO INCONTRO, QUELLO CON IL REGISTA FIORENTINO GERMANO FABRIS STEFANINI, GRAZIE AL QUALE REALIZZA IL SUO PRIMO CORTOMETRAGGIO DAL TITOLO "FRATELLI DI SANGUE", PROGETTO CHE VANTA LA COLLABORAZIONE DI UN MAESTRO COME REMO MASINI, INTERPRETATO DALL'ESORDIENTE CLAUDIO CIRRI, DA MASSIMO NENCIONI E DALLA BRAVISSIMA E INTENSA FRANCESCA CATARZI.

ALLA FINE DI OTTOBRE DEL 2012 SI SONO CONCLUSE LE RIPRESE DEL SECONDO CORTOMETRAGGIO SCRITTO DA MARIA "LE COLPE DELL'ETA'" PER LA REGIA DI ROBERTO GAMBONI CON ANTHONY CIRCIELLO E LIDIA NAPOLI COME PROTAGINISTI.

MARIA E' ATTUALMENTE IMPEGNATA NELLA PRODUZIONE DI "DOPPIO SEGRETO" SCENEGGIATURA THRILLER CHE VANTA GIA' LA COLLABORAZIONE DI GIOVANI ASTRI NASCENTI DEL CINEMA ITALIANO, IN OLTRE STA LAVORANDO ANCHE AL SUO PRIMO "VERO" ROMANZO DAL TITOLO "ALTO MARE" UN PROGETTO AL QUALE TIENE MOLTO, CHE PARLA DELLA SICILIA E DEI SICILIANI, IN PARTICOLARE DI UN ISOLA DAL MARE INCONTAMINATO E DI DUE BAMBINI MOLTO DIVERSI TRA LORO.